Archivio Storico Cenedese

0
1007

L’Archivio Storico Cenedese è l’iniziativa editoriale più importante e ambiziosa che l’Associazione abbia finora intrapreso. Dopo due anni di lavoro preliminare, il primo numero è stato pubblicato nel dicembre 2015 ed è stato ben accolto dal pubblico dei lettori e dagli studiosi. Nel 2016 è uscito il secondo numero, ed è stata necessaria una ristampa del precedente. Nel 2017 ha fatto seguito il terzo, nel 2018 il quarto, mentre il quinto è in lavorazione e sarà pronto per la stampa a fine 2019. La ricezione è stata davvero molto positiva e, per certi versi, addirittura superiore alle aspettative. La rivista è richiesta da studiosi ed enti, ha raccolto apprezzamenti e collaborazioni in ambiente accademico, è entrata nelle biblioteche del territorio ma anche di istituti prestigiosi, italiani e internazionali (Library of Congress di Washington, Harvard College Library, Max Planck Institut di Firenze, Fondazione Cini di Venezia, Bayerische Staatsbibliothek… ).

Che cos’è l’Archivio Storico Cenedese?
Si tratta di una rivista che raccoglie studi, ricerche e contributi relativi al territorio della Sinistra Piave: indicativamente da due a quattro studi più corposi e da cinque a dieci interventi più ristretti, per un totale di circa 250/300 pagine complessive. La periodicità della rivista è annuale. Tiratura media: tra le 300 e le 500 copie. Il prossimo numero (cioè il 5, relativo all’anno 2019) sarà presentato a breve, a inizio 2020.
L’ambito tematico della rivista comprende la storia, la letteratura, l’archeologia, l’architettura, l’arte e in generale le manifestazioni culturali fino al Secondo Dopoguerra. L’ambito geografico coincide con buona approssimazione con i confini della Diocesi di Vittorio Veneto, cioè il territorio storicamente identificato come Cenedese: gli attuali Comuni di Vittorio Veneto, Conegliano, Sacile, Oderzo, la Valmareno e in generale tutta la zona compresa tra Piave e Livenza.

Perché una nuova rivista?
Mancava in questa parte di Veneto una rivista culturale che si occupasse di storia, arte, letteratura. Non c’era un organo, una testata, una pubblicazione in cui confluissero i risultati della ricerca sulle espressioni culturali prodotte in questo territorio nel corso del tempo. Le vicissitudini della Comunità Montana delle Prealpi hanno portato alla cessazione de Il Flaminio, la rivista di studi storici di Vittorio Veneto e del suo comprensorio. Storia Dentro, rivista di studi storici di Conegliano, è formalmente attiva, ma non è distribuita e risulta irreperibile in libreria. L’attività editoriale de “La via dei mulini”, associazione che pubblica i Quaderni del Mazariol, è lodevole, ma circoscritta alla Valmareno. Non esistevano, al momento del debutto dell’Archivio, altre pubblicazioni in grado di raccogliere i frutti della ricerca storica su questa vasta area. L’Archivio Storico Cenedese ha cercato di colmare questo vuoto e di proporsi come punto di riferimento, per qualità dei contenuti e autorevolezza, per tutto il territorio compreso tra Piave e Livenza.